SEI PIANTE DALLE PROPRIETÀ TERAPEUTICHE COME LA CANAPA.





La cannabis medica non è l'unica pianta che contiene cannabinoidi, sostanze medicalmente benefiche, anche se questo ha spinto la ricerca a capire le potenti proprietà terapeutiche di questi composti vegetali. 
In realtà, ci sono molte piante che sono ricche di cannabinoidi e portano benefici al sistema endocannabinoide del corpo, che è responsabile di aiutare il corpo a mantenere l'equilibrio interno, o omeostasi, che è necessario per il raggiungimento della salute ottimale.


I cannabinoidi contribuiscono anche alla generazione e rigenerazione del sistema immunitario.
I recettori per i cannabinoidi sono tra i recettori più abbondanti nel cervello umano e del sistema nervoso centrale. 
Essi sono presenti in quasi tutti i tessuti e nelle cellule. I due recettori principali sono il recettore CB1 e CB2. 

I CB1 sono concentrati principalmente nel cervello e nei neuroni in tutto il corpo, mentre i CB2 si trovano principalmente nel sistema linfatico. Data l'abbondanza di questi recettori, non è difficile immaginare l'importanza di questi recettori, anche cruciali per alcuni processi biologici. 

Per espandere la nostra comprensione dei cannabinoidi e del sistema endocannabinoide, scienziati e botanici stanno esplorando la prevalenza di cannabinoidi in molte piante utilizzate in rimedi naturali, non solo la cannabis. 

Qui di seguito sono elencante  sei piante che contengono cannabinoidi o influenzano il sistema endocannabinoide, e alcuni dei loro benefici terapeutici noti.


1. Echinacea.
Questa pianta è ben nota per la sua capacità di aiutare il corpo a combattere il comune raffreddore. È utilizzata anche per alleviare l'ansia, la stanchezza, l'emicrania, e l'artrite. 
L'Echinacea è un pò diversa dalla cannabis perché utilizza cannabimimetici invece dei cannabinoidi per coinvolgere il sistema endocannabinoide, in particolare il recettore CB2. 
I recettori CB2 si trovano nella milza, nelle tonsille e nelle cellule del sistema immunitario. Studi recenti hanno dimostrato che questi recettori si trovano anche in alcune aree del sistema nervoso centrale.
Simili al THC della cannabis (cannabinoide), le Ammidi Alchiliche nell'echinacea sono responsabili della regolazione del sistema immunitario, del dolore e dell'infiammazione.


2. Margherita elettrica - Acmella oleracea.

Originaria della regione amazzonica, la margherita elettrica viene utilizzata per creare un gel analgesico. 
Con successo blocca i recettori del dolore nelle terminazioni nervose, verificato da studi condotti dall'Università di Cambridge. 
I composti trovati nella margherita elettrica sono chiamati N-isobutilamidi e, allo stesso modo di altri composti cannabinoidi simili, regolano il dolore e l'infiammazione. 
Questo rimedio naturale sta emergendo come un rimedio per i disturbi dentali.
Le foglie e i capolini contengono sostanze analgesiche, antimicotiche e agenti antibatterici.


3. Elicrisio - Helichrysum umbraculigerum.
Originario del Sud Africa, questo fiore ha un forte  effetto stabilizzatore dell'umore e anti-depressivo  a causa di una grande quantità di cannabigerolo (CBG), che si trova anche nella pianta della cannabis.
L'elicrisio è stato studiato dal Prof. Giovanni Appendino che ha presentato al Cannabinoid Research Society la sua scoperta che i composti cannabinoidi-simili sono prodotti dalle piante, partendo da un acido aromatico, che è diverso dal normale percorso biosintetico dei cannabinoidi. 

L'elicrisio è utilizzato nelle cerimonie dei rituali africani come incenso aromatico con un potenziale effetto psicotropo simile ad altri cannabinoidi.


4. Liverwort - Radula marginata.
Questa pianta, originaria della Nuova Zelanda, contiene grandi quantità di acido perrottetinenico, che è sorprendentemente simile al THC, il componente psicoattivo della cannabis. 
I ricercatori ritengono che questa pianta potrebbe essere una delle poche piante, oltre la cannabis, che produce composti in grado di coinvolgere i recettori CB1, i recettori responsabili del  legame con il THC, anche se la Radula marginatata non è nota per avere effetti psicoattivi. 
È nota invece per è la sua capacità di trattare la bronchite e, storicamente, è stata utilizzata per alleviare problemi alla cistifellea, al fegato e alla vescica.


5. Cacao - Theobroma cacao.
La pianta del cacao, un'altra pianta con composti della famiglia cannabimimetica, ha molte proprietà terapeutiche ed è nota per essere un potente e gustoso supercibo ricco di antiossidanti.  
Il cacao lavora con il sistema endocannabinoide disattivando l'enzima chiamato FAAH, che generalmente distrugge l'endocannabinoide noto come anandamide, un cannabinoide endogeno prodotto dal corpo, trovato nel latte materno. 

Dal momento che l'anandamide è identificato per essere la versione naturale del corpo del THC, (Ananda è una parola sanscrita che significa "beatitudine") mangiare cioccolato non trasformato ad alto contenuto di cacao grezzo aumenta la quantità di anandamide nel cervello, perché il  FAAH è meno attivo.


6. Pepe nero.
Alcuni ceppi di cannabis come Hash Plant hanno un aroma piccante. La ragione di ciò è che questi contengono livelli elevati di un particolare terpene noto come beta-cariofillene (BCP). Un terpene è una molecola relativa all'aroma. 

Questi si trovano in grandi concentrazioni negli oli essenziali. Non sorprende che questo sapore distinto sia stato trovato pesantemente anche nel pepe nero. Abbastanza recentemente si è scoperto che il BCP  funziona come un cannabimimetico. Il BCP ha una affinità di legame con il recettore CB2. 
La ricerca ha suggerito che i composti antinfiammatori di questo terpene lo rendono terapeuticamente utile per il trattamento di condizioni come l'artrite e l'osteoporosi. Altre ricerche hanno indicato che il BCP può aumentare l'efficacia di alcuni farmaci antitumorali.





ECHINACEA COMPLEX
50 capsule - Scheda prodotto qui.






CIOCCOLATO ALLA CANAPA. 
Barretta di cioccolato crudo, vegano, biologico, dolcificata con sciroppo d'agave crudo, senza soia. Scheda prodotto qui.




PRANACIOK - CIOCCOLATO CRUDO AL GOJI.
Cioccolato crudo fatto a mano con 100% cacao criollo del Perù senza lecitina, dolcificato con sciroppo d'agave, adatto a vegetariani e vegani.
Scheda prodotto qui.




PEPE NERO BIO - OLIO ESSENZIALE PURO.
Olio Essenziale Puro di Pepe Nero (Piper nigrum): antinfiammatorio, energizzante, antisettico, antimicrobico, stimolante, tonico, digestivo, antifebbrile, analgesico, diuretico, riscaldante, antitossico. Scheda prodotto qui.








DISCLAIMER ©. È vietata la riproduzione integrale o parziale dei post su siti, blog, forum e social network che non includa il link http://riccamente.blogspot.com/ .


http://wakeup-world.com/2016/08/12/6-plants-other-than-cannabis-that-are-high-in-healing-cannabinoids/ http://www.theearthtribe.com/



RiccaMente

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetti il loro uso.